PROGETTO DI PARTENARIATO CON EVENTI TEATRALI, MUSICALI E CINEMATOGRAFICI

Con questo progetto, l’Associazione Mamme per L’Aquila intende instaurare una rete di partenariato con altre Associazioni, Teatrali ed Enti Musicali e Cinematografiche affinché anche grazie a questi eventi si possa ricreare uno spazio e un luogo di aggregazione e socializzazione e  soprattutto affinché i bambini di oggi coltivino queste meravigliose ed importanti passioni.

Gli Aristogatti

Il libro della giugla

Lion King

Frozen

 


PROGETTO “PAVIMENTAZIONE AREA GIOCHI BABY 2/6 ANNI” DEL PARCO GIOCHI DEL CASTELLO

L’Associazione Mamme per L’Aquila avendo ricevuto una piccola donazione dal Rotary Club L’Aquila desidera investirli nel progetto di riqualificazione del parco giochi del castello che ancora non è completo, e nello specifico nell’area giochi baby (2/6 anni).

Tale area è ancora sprovvista di una pavimentazione idonea a tutelare i bambini da eventuali cadute e a renderla più fruibile in caso di maltempo evitando un terreno bagnato e fangoso.

L’area in questione prevede una posa in opera di “pavimentazione antitrauma” di sicurezza per una superficie di 28 m.q. (700x400cm) che comprende tutti i giochi dedicati ai bambini più piccoli dai 2 ai 6 anni.


 PROGETTO “PERCORSO VITA” PARCO DEL CASTELLO

L’Associazione Mamme per L’Aquila ha partecipato al Bando della Fondazione Carispaq proponendo il Progetto “Percorso Vita” e tale progetto è stato inserito nel più ampio progetto di riqualificazione area Castello Ciquecentesco voluto dalla Fondazione stessa e dal Comune di L’Aquila

Il progetto di riqualificazione del “Parco Giochi” e dell’area verde che circonda il Forte Spagnolo, meglio conosciuto come il “Castello Cinquecentesco”, è stato fortemente voluto dalla nostra associazione ed è solo uno dei luoghi adibiti all’intrattenimento ludico e ricreativo al centro del nostro interessamento.

Nel progetto di ”Mamme per L’Aquila” sono incluse tutte le aree parco verdi che insistono naturalmente nel contesto del Centro Storico.

Questa rigenerazione ambientale che oggi è al massimo della sua fruibilità grazie appunto alle “Mamme per L’Aquila” è stata possibile anche grazie alla sensibilità di altre associazioni che hanno condiviso emotivamente la nostra iniziativa e di elargizioni di alcune aziende private. Possiamo quindi sostenere con garbo ma con entusiasmo di aver messo un punto fermo al primo obiettivo prefissato.

La finalità essenziale era quella della disponibilità totale ed in piena sicurezza del Parco Giochi per i bambini della città fino agli 8/10 anni.

Attorno al Parco Giochi prende forma il cosiddetto “Percorso Vita” ben inserito nel contiguo Parco Verde. Questo secondo aspetto del progetto è stato individuato per l’utilizzo da parte dei ragazzi di scuole medie e superiori, per tutte le attività ricreative e rigenerative sotto il profilo dell’attività fisica nel “Polmone d’ossigeno” meglio raggiungibile per la loro età proprio perché ubicato nel centro cittadino.

Tutte noi custodiamo ancora il ricordo ed anche tanta nostalgia di quando frequentavamo il Parco nelle ore scolastiche di Educazione Fisica e questo è uno degli stimoli che ci spingono a voler tramandare ai nostri figli quelle abitudini consolidate e salubri per il fisico e per la mente.

L’Associazione desidera appunto ricominciare dal Castello Cinquecentesco affinché gli Aquilani riprendano la consuetudine alla frequentazione del centro storico.

Lo scopo quindi è quello di contribuire anche al richiamo delle persone anziane e meno anziane a riprendere il loro passeggio nel periplo che circonda il Castello e nei tanti vialetti che si insinuano all’interno del parco verde, ombreggiato, rilassante e soprattutto in sicurezza.

La realizzazione del progetto Mamme per L’Aquila-Parco Giochi-Percorso vita nel Parco del Castello Cinquecentesco-Parchi verdi cittadini è il sogno delle giovani famiglie che hanno scelto di restare in città e cresce qui i loro figli, confidiamo nel sostegno finanziario da parte della Fondazione!


 PARTECIPAZIONE ALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE URBAN CENTER

 L’URBAN CENTER è uno spazio messo a disposizione dei cittadini i quali, attraverso le procedure disciplinate nel presente regolamento, coadiuvati da facilitatori e dal Comitato tecnico-scientifico elaborano proposte concernenti la realizzazione di opere e infrastrutture di pubblica utilità e compartecipano alle scelte comunali in materia di pianificazione urbanistica e trasformazione del territorio.

http://www.comune.laquila.it/pagina784_urban-center.html

urban center firma atto


PARTECIPAZIONE AL CONCORSO FOTOGRAFICO LEGNOLANDIA

http://www.legnolandia.com/home/foto-contest-concorso-fotografico-legnolandia

galeone2


IL CARNEVALE IN PIAZZA

Il Carnevale come una volta,  quando Piazza Duomo si riempiva di maschere coriandoli e stelle filanti.

Desideriamo che questa usanza venga tramandata ai nostri figli.

Siamo certe che le usanze devono essere tramandate , affinché la Storia di L’Aquila si riaccenda dal buio che purtroppo abbiamo dovuto vivere.

L’evento sarà un appuntamento fisso annuale


FESTA DELLA MAMMA

La nostra festa è bene festeggiarla nel migliore dei modi.

Il nostro nome nasce proprio dal profondo amore che nutriamo per i nostri figli e per questo ci teniamo particolarmente a festeggiarlo.

Il tutto si svolgerà c/o la basilica di San Bernardino con una messa di benedizione a tutte le mamme. Successivamente nella scorcio delle scalette di San Bernardino ci saranno giochi storie per grandi e piccini.

Insomma un’intera mattinata dedicata alle mamme e  ai loro cuccioli.


PERDONANZA  (FESTIVAL E SPETTACOLI)

Anche a questo evento teniamo molto partecipare affinché ci siano spazi dedicati ai bambini. Dobbiamo tramandare la storia di L’Aquila anche ai più piccini.

La Perdonanza è un evento importantissimo e  deve tornare nuovamente  una meta turistica per rilanciare la città.


NATALE – LA MAGICA CASA DI BABBO NATALE

Con la Magica Casa di Babbo Natale anno zero del Dicembre 2015 abbiamo inaugurato quello che terremo come appuntamento annuale.

Collaboriamo con altre associazioni affinché L’Aquila diventi “LA MAGICA CITTÀ DI NATALE”.

Riteniamo che anche questo evento sia importante per ricreare socializzazione e per trasformare L’Aquila in un importante meta turistica. Il luogo prescelto dovrebbe essere il CASTELLO CINQUESENTESCO, che speriamo sia agibile per Dicembre 2016. Il castello sarà trasformato nella vera e propria residenza di Babbo Natale.


PROGETTO  – LUDOTECA – CENTRO POLIFUNZIONALE

La nostra associazione in linea con gli scopi dello Statuto intende creare spazi e strutture. Nello specifico intende realizzare un posto al chiuso dove genitori e bambini possano finalmente socializzare. L’ idea e’ quella creare una Ludoteca con la collaborazione del Comune di L’Aquila, in quanto, da attente ricerche, abbiamo appreso che in altre Regioni ci sono Ludoteche Comunali affidate alle associazioni. La Ludoteca dovrebbe essere un servizio gratuito e di libero accesso rivolto a bambini da 0 a 11 anni, ai preadolescenti fino a 14 anni e alle famiglie con finalità ludiche, culturali, sociali ed educative. I bambini da 0 ai 6 possono frequentare le Ludoteche solo se accompagnati da un adulto.L’associazione Mamme per L’Aquila desidera offrire un luogo ideale che possa ricreare occasioni di incontro, di gioco e di divertimento attraverso la predisposizione di spazi ricreativi che purtroppo dopo il sisma del 2009 sono andati persi. Un servizio aperto al territorio della città di L’Aquila collaborando con le scuole, gli oratori, le biblioteche, i teatri, società sportive e associazioni senza scopo di lucro.Sarà articolato in più spazi dedicati a differenti attività, allestiti con materiale ludico e didattico con arredi a norma.All’interno volevamo inoltre inserire “Il Caffè del Bambino” per poter organizzare colazioni e aperitivi dove genitori e bambini possano finalmente socializzare.


PROGETTO – NON SOLO SCUOLA

 Un progetto ambizioso che va oltre la creazione di un servizio di assistenza. Dalla collaborazione tra pubblico, privato sociale e famiglie, si punta ad offrire una risposta innovativa al bisogno di cura degli adolescenti.
All’interno della struttura educativa opererà personale qualificato e verranno condotte attività didattiche e di socializzazione.

Oltre all’attività di doposcuola verrà istituito all’interno degli stessi locali un’attività “RICREATIVA” con ampi spazi per giochi di gruppo, individuali e da tavolo, sono disponibili computer con collegamento ad Internet.

Gli educatori  organizzeranno momenti di condivisione su tematiche giovanili, differenziando le proposte per fasce d’età, oltre ad offrire il servizio doposcuola, ribadendo che utilizzeremo personale competente.
Sarà un vero e proprio college per i ragazzi di scuole medie e superiori.

Ci siamo rifatte allo stile inglese dei collage per permettere ai genitori  che lavorano di lasciare i propri figli  in un posto sicuro e controllato.
Dovremmo strutturarci con l’Università di L’Aquila affinché vengano effettuati stage di ragazzi universitari.

Pensiamo che la collaborazione sia il giusto antidoto per ricreare ambienti di socializzazione. Amiamo le sfide che puntano sui giovani e sui bambini, loro sono il futuro di L’Aquila.


PROGETTO  – VIDEOSORVEGLIANZA PARCHI GIOCHI

Il progetto di riqualificazione del “Parco Giochi” e dell’area verde che circonda il Forte Spagnolo, meglio conosciuto come il “Castello Cinquecentesco”, è stato fortemente voluto dalla nostra associazione ed è solo uno dei luoghi adibiti all’intrattenimento ludico e ricreativo al centro del nostro interessamento.

Nel progetto di ”Mamme per L’Aquila” sono incluse tutte le aree parco verdi che insistono naturalmente nel contesto del Centro Storico.

Questa rigenerazione ambientale che oggi è al massimo della sua fruibilità grazie appunto alle “Mamme per L’Aquila” è stata possibile anche grazie alla sensibilità di altre associazioni che hanno condiviso emotivamente la nostra iniziativa e di elargizioni di alcune aziende private. Possiamo quindi sostenere con garbo ma con entusiasmo di aver messo un punto fermo al primo obiettivo prefissato.

La finalità essenziale è quella però della disponibilità totale ed in piena sicurezza del Parco Giochi.

Il presente progetto prevede pertanto l’installazione di telecamere per la videosorveglianza nel parco giochi del Castello per preservarne il decoro e garantirne la sicurezza.

Il progetto nasce da svariate considerazioni fatte:

considerato che ogni giorno pervengono attraverso i social network numerose segnalazioni riguardanti lo scarso decoro e la scarsa sicurezza dei parchi pubblici;

considerato lo stato di degrado e l’incuria in cui si trovano i parchi pubblici della città, comportano da tempo ripetuti atti di vandalismo e devastazione di strutture adibite a gioco per i bambini e altri beni di proprietà pubblica;

considerato che tale stato di degrado non è da attribuire in maniera totale alle istituzioni comunali susseguitesi negli anni, ma anche ad una cultura di fondo che è sicuramente da migliorare;

considerato che bisogna sempre migliorare la gestione delle segnalazioni riguardanti le problematiche in oggetto, tramite strumenti informatici,

L’Associazione Mamme per L’Aquila ritiene opportuno presentare un progetto che miri a preservare il parco giochi del Castello Cinquecentesco dell’Aquila a cui noi mamme teniamo in particolar modo e in cui si riversano per la stragrande maggioranza dei mesi dell’anno bambini e famiglie a trascorrere del tempo libero.


PROGETTO – VIVERE L’AQUILA

L’Aquila 6 Aprile 2009, questa data purtroppo ha segnato la vita di ognuno di noi, le usanze e i costumi, i monumenti, l’aggregazione sociale  si sono persi nell’oblio più oscuro.

La nostra associazione nasce proprio per ricreare aggregazione per famiglie nel centro storico, dove si svolgeva la vita quotidiana di ogni Aquilano, prima del sisma.

I monumenti che hanno fatto la storia della nostra città: la piazza con il mercato, i portici, i palazzi storici, le 99 chiese, il castello e tanto altro purtroppo,  i nostri bambini non possono ricordarli a causa della distruzione della città.

I nostri figli,  sono ignari di quanta bellezza li circondi e l’Associazione MAMME PER L’AQUILA ha ideato un progetto per far vivere e conoscere la loro città.

Il progetto lo abbiamo nominato “VIVERE L’AQUILA” , proprio perché  i nostri figli non hanno ancora l’opportunità di vivere in pieno L’Aquila. Chiediamo semplicemente la collaborazione delle scuole, del comune e dei beni culturali.

Il coinvolgimento del comune servirebbe per il trasporto ai monumenti, la scuola avrebbe il compito di coinvolgere i bambini in classe, mentre i beni culturali potrebbero fungere da guide quando si farà tappa ai monumenti.

Le giornate potrebbero  essere 5 e i monumenti individuati dalla nostra Associazione sono: S.Bernardino da Siena, le 99 cannelle, le porte della città, il Castello Cinquecentesco con visita al mammut, palazzi storici.

Il periodo individuato potrebbe essere Maggio/Giugno

Noi tutti ci auguriamo  che la città rinasca, e dobbiamo investire tutto sui nostri figli, dobbiamo insegnargli ad amare L’AQUILA.


PROGETTO  – I LOVE ME

L’associazione “Mamme per L’Aquila è lieta di presentarvi: I LOVE me

Questo progetto tratta un tema che molto spesso viene sottovalutato dalla famiglia e dagli insegnanti, l’AUTOSTIMA.

L’autostima è l’insieme delle caratteristiche personali a cui un individuo fa riferimento per descrivere se stesso.

In base alle personali considerazioni l’autostima può oscillare tra due poli, uno positivo con elevata autostima ed uno negativo con una bassa autostima, ovviamente la posizione centrale è quella auspicabile.

Un buon livello di autostima, permette di mantenere uno stato di benessere psicologico e fisico, questo influisce sulle cognizioni, sulle emozioni, sulla motivazione e sul comportamento.

Una bassa autostima è caratterizzata da senso di insicurezza e di incapacità, ansia e tristezza, provocate da pensieri del tipo : “io non valgo nulla”, “io non sono in grado di…”, “etc. Una scarsa autostima, induce un bisogno costante di essere stimato dagli altri.

Un’autostima troppo elevata è caratterizzata da eccessivo senso di sicurezza e questo può portare l’individuo ad avere una scarsa consapevolezza dei propri limiti.

L’autostima, derivando da una valutazione soggettiva, può cambiare nel corso della nostra vita; il senso d’autostima è influenzato da quello che noi pensiamo e proviamo nei nostri confronti e dai feedback che provengono dal mondo esterno.

Uno dei primi studi in materia di autostima è quello di W. James (1890), secondo il quale l’autostima corrisponderebbe al rapporto tra gli obiettivi che una persona vuole raggiungere e i risultati conseguiti. A seconda di ciò che riesce ad ottenere la persona avrà una autostima più o meno elevata.
Le aree che ne influenzano lo sviluppo sono sei:

1) La famiglia
2) L’ambito professionale (scuola/lavoro)
3) L’emotività
4) Il controllo sull’ambiente
5) Le relazioni interpersonali
6) L’aspetto fisico

Il nostro progetto vuole mirare proprio alla scuola e alle famiglie, in modo da crescere un bambino  che ama se stesso.
Certo, noi non abbiamo le competenze e saranno richieste collaborazioni di medici pedagogisti,  neuropsichiatri e anche altre figure professionali utili al nostro progetto.

Una buona autostima si ha quando sono sufficientemente soddisfatte tutte le aree. Se viene data un’eccessiva importanza ad un’area in cui la persona si sente carente (ad es. l’aspetto fisico) potrà esserci una bassa autostima nonostante le altre aree siano soddisfatte.

Le persone con scarsa autostima, manifestano in genere poco amore nei propri confronti e un’incapacità a riconoscere in se stessi doti positive. Lo sviluppo nel tempo di pensieri critici e auto svalutanti, inducono queste persone a sentirsi impotenti di fronte alle sfide della vita. Questo non permette loro di perseguire i propri obiettivi e assecondare i propri bisogni.

Al contrario, le persone che di fronte alle difficoltà e agli insuccessi si rialzano e si impegnano a perseguire i propri valori ed obiettivi , sviluppano una buona autostima.

L’autostima è una caratteristica che può essere migliorata sempre, non solo attraverso un semplice aumento delle conoscenze, ma grazie all’apprendimento di nuove competenze. Caratteristiche importanti per migliorare la propria autostima sono le capacità di essere aperti e flessibili nei confronti dei cambiamenti che la vita ci riserva, la disponibilità a sperimentare nuovi modi di “fare” e di “essere” in modo creativo e propositivo, la consapevolezza dei propri valori.

Un progetto secondo la nostra Associazione, molto importante,  molto utile a crescere in modo migliore,  gli Uomini e le Donne di domani.
Noi siamo assolutamente contrarie allo studio della psiche del bambino, ma favorevoli a far crescere la stima, attraverso dei giochi di ruolo.
Ribadiamo che non è nostro interesse la natura psicologica del bambino, bensì l’accrescimento dell’autostima.
Tutti coloro che utilizzeranno il nostro progetto per studi di tale natura saranno allontanati.


PROGETTO –  L’AQUILANDIA FESTIVAL

Il nostro progetto si svolgerà nei mesi di maggio, giugno, luglio e agosto, preferendo i weekend, compatibilmente con le condizioni meteorologiche.

L’apertura è prevista per domenica 8 maggio, festa della mamma, giorno simbolico per la nostra associazione.

Le iniziative saranno variegate per estendere la partecipazione a tutte le fasce di età.

Il programma comprenderà rappresentazioni teatrali e/o cinematografiche e laboratori urbani ludico-ricreativi, in luoghi simbolo della nostra città, quali San Bernardino con la sua meravigliosa scalinata, il Castello Cinquecentesco con l’adiacente parco, la Basilica di Collemaggio,Piazza Duomo, le 99 Cannelle ecc.

Questa miscellanea di progettualità permetterà di portare e quindi far vivere il festival in tanti spazi della città, affinché i gli scorci caratteristici della nostra meravigliosa città possano sempre più essere luoghi di relazione e di incontro, luoghi da far vivere e dove costruire un senso di identità e di partecipazione.

Il tutto sarà affidato e coordinato da esperti di ogni settore, con lo scopo di ricreare la quotidianità in centro storico e l’aggregazione sociale ormai smarrita.

Il nostro obiettivo, attraverso L’Aquilandia Festival è partecipare alla creazione di una città sempre più capace di “parlare” ai più piccoli, una città che riconosca ai bambini il diritto a vivere la cultura e quindi il territorio.

Migliorare le cose per essere sempre più attenti ai bisogni dei nostri bambini e ragazzi, credibili e sostenibili.